La religione del futuro

La religione del futuro


E' questo tipo di spiritualità che diventerà la religione del futuro. Una religione senza Dio, in cui l'uomo si sente collegato all’infinitamente piccolo, all'infinitamente grande e all’infinito nel tempo, o eternità.

Gli Elohim ci fanno lo straordinario dono di offrirci la loro stessa religione, facendoci progredire spiritualmente di venticinquemila anni. La scienza degli Elohim è troppo misteriosa e avanzata per noi per immaginarne e comprenderne anche solo un centesimo.

Ma quando meditiamo e siamo in armonia con l'infinito, diventiamo uguali a loro spiritualmente. Perché l'infinito è uno e quando ci si mette in armonia con esso, un primitivo dell’età della pietra e uno scienziato Eloha sono allo stesso livello. Una parte del tutto, collegati a tutto e che risentono il tutto.

Questo è il significato originale della religione. Questa parola che deriva dal latino « religere » e che significa « collegare ».

Essere religiosi è sentirsi collegati all’infinitamente piccolo di cui siamo composti, alle cellule del nostro corpo, a tutti gli esseri viventi che popolano la Terra, alle piante e agli animali, a tutti i nostri fratelli e sorelle umani, a tutti gli esseri che popolano l'universo infinitamente grande, a tutte le stelle e le galassie, agli esseri che sono composti di particelle che noi chiamiamo galassie, a tutti coloro che sono esistiti e che esisteranno, in breve al Tutto, con la « T » maiuscola.

Questa spiritualità materiale o materialismo spirituale è indispensabile all’Uomo Nuovo. Più una civiltà è scientificamente avanzata e più ha bisogno di una spiritualità. Ma non di una spiritualità primitiva piena di Dei e superstizioni, ma di una spiritualità che gli fa prendere coscienza dell’unità tra la mente e la materia.

Come dice il Libro Tibetano dei Morti: « Lo spirito e la materia sono eternamente la stessa cosa ». Perché gli oggetti materiali, la comodità o il lusso non sono in grado di soddisfare le aspirazioni dell'essere umano. Neanche la vita eterna può farlo. Vivere eternamente infelici, sentendosi scollegati dagli altri e dall’universo, può essere un’esperienza devastante.

E’ attraverso una spiritualità che lo collega a Tutto che l'Uomo può davvero apprezzare il privilegio di aver raggiunto la vita eterna attraverso la scienza e gioirne sempre. Questa è la religione del futuro che si sta sviluppando e sempre più persone abbandonano le credenze del Medioevo per abbracciarla.